Home Page – Ecce Pixel 2015

ecce_pizze_2015Ecce Pixel, così come il suo predecessore Ecce Pizze è una rassegna cinematografica gratuita rivolta a studenti universitari e a tutta la popolazione.

Perché abbiamo cambiato nome?

Beh Ecce Pizze si riferiva chiaramente al fatto che le proiezioni cinematografiche avvengono (o meglio, avvenivano) grazie alla proiezione di pellicole di celluloide di 35 mm, che in gergo cinematografico vengono chiamate “pizze”, dalla scatola piatta e circolare in cui si custodiscono i rotoli di pellicola. Come denunciamo da anni, riuscire a reperire queste “pizze”, da parte di piccole realtà, è diventata un’impresa sempre più ardua. Almeno fino al 1° Gennaio 2014, data in cui è stato reso pressoché impossibile continuare a proiettare in pellicola. Infatti il regime di oligopolio dei multisala e delle case di distribuzione ha imposto un passaggio forzoso alla tecnologia digitale che ha ovviamente messo in seria difficoltà tutte le piccole sale che non possono permettersi questa conversione alla tecnologia digitale dall’ingente costo (sui 65000€, di base).

Ciò ha costretto tutte le piccole realtà, che da anni diffondono un altro tipo di cultura rispetto a quella offerta dai “grandi magazzini del cinema” a fare grossi sacrifici o raccolte fondi o addirittura a chiudere.

Visto che quindi da quest’anno siamo costretti anche noi a proiettare in digitale (le case di distribuzione non ci hanno consentito di fare altrimenti), non dovendo più procurarci le pizze, abbiamo cambiato il nome in qualcosa che rispecchi di più quella che sarà questa stagione cinematografica, e quindi ecco a voi Ecce Pixel. [“pixel”: il più piccolo elemento puntiforme, distinto per intensità e colore, che compone la rappresentazione di un'immagine raster digitale (da pix, per picture, ed el, di element) ]

Ovviamente questa enorme imposizione non comporta solo il cambio del nome, infatti, non essendo il Teatro Puccini passato al digitale, e non potendo per questioni di autorizzazioni proiettare in altro modo, tutte le date quest’anno saranno al Nuovo Spazio Alfieri (Via dell’Ulivo 6, Firenze) dove già l’anno scorso avevamo proiettato alcuni film. La scelta del Cinema Alfieri, non è casuale, infatti si tratta di un centro culturale fiorentino di recente riapertura. Oltre all’opportunità di dare visibilità (e vivibilità) ad una realtà piccola che vuole porsi come alternativa al “punto di vista unico” imposto, riteniamo fondamentale la rinascita di spazi di aggregazione per gli studenti (e non) all’interno del centro storico.

Sentiamo l’esigenza di una Firenze non solo capitale internazionale della cultura ad uso (e soprattutto consumo) dei turisti, ma anche centro vivo e partecipato di elaborazione culturale.

Questa scelta comporta l’ultimo cambiamento di quest’anno, ovvero che il giorno di proiezione sarà il Martedì, per l’ovvia necessità di dover incastrare la nostra iniziativa con le altre offerte dal cinema-teatro.

Riteniamo che all’interno di questo quadro culturale e sociale, continuare ad organizzare iniziative gratuite e di alto valore culturale come Ecce Pixel sia fondamentale non solo per la vita studentesca, ma anche per offrire occasioni gratuite di incontro tra le persone e tra queste ed il mondo cinematografico.

 

Senza altri indugi.. ECCO IL PROGRAMMA DELL’EDIZIONE DI QUEST’ANNO:

ogni lunedì

AL CINEMA ALFIERI
12 Ottobre   ore 21: Selma – ore 23:  The Butler

19 Ottobre ore 21: Humandroid – ore 23: Ex-machina
2 Novembre ore 21: Birdman – ore 23: Venere in pelliccia
9 Novembre ore 21: The Act of killing – ore 23: La bella gente
16 Novembre ore 21: Sedia della Felicita’ – ore 23: Box trolls
23 Novembre ore 21: Whiplash – ore 23: Jersey boys

ALLA SCUOLA DI ARCHITETTURA
30 Novembre ore 21: Foxcatcher                                                                                                                                                                                                       

AL CINEMA PUCCINI
7 Dicembre ore 21: Gli equilibristi – ore 23: Il capitale umano
14 Dicembre ore 21: Lo sciacallo – ore 23: A proposito di Davis